Redcaffè, il caffè più buono che c'è

Redcaffè, il caffè più buono che c'è

OFFERTA LANCIO – UTILIZZA IL CODICE “RED20” E OTTIENI IL 20% DI SCONTO SUL TUO PRIMO ACQUISTO

OFFERTA LANCIO – UTILIZZA IL CODICE “RED20” E OTTIENI IL 20% DI SCONTO SUL TUO PRIMO ACQUISTO

La nascita del caffè in capsula

Ha rivoluzionato per sempre il rito del caffè, permettendo di avere la qualità del bar anche tra le mura di casa: ma com’è nato il caffè in capsula?

Il caffè in capsula deve la sua nascita ad una scommessa tra l’ingegnere svizzero Éric Favre e sua moglie, di origine italiana, nel lontano 1975 lo canzona scherzosamente accusando gli svizzeri di non avere nemmeno la più pallida idea di sapere cosa fosse un buon caffè.

L’ingegnere, da addetto al reparto confezionamento dell’azienda Nestlè (nota per il caffè solubile), prende molto seriamente questa sfida e inizia una vera e propria ricerca del caffè perfetto in tutta l’Italia. La sua missione si conclude al famoso Caffè Sant’Eustachio di Roma.

Caffè espresso: magia o scienza esatta?

È in questo storico bar della capitale che il signor Favre scopre il segreto del titolare: anzichè scorrere con un getto continuo, l’acqua bollente che passa attraverso il macinino viene fatta fuoriuscire a getti, permettendo alla bevanda di ossigenarsi.

Il caffè perfetto non è quindi una questione di tocco magico, ma di chimica: l’ossigeno è in grado di esaltare profumi e aromi. La gustosa schiuma non è altro che un mix di aria, acqua e caffè.

Questa osservazione è il punto di partenza da cui l’ingegnere sviluppa l’idea di costruire una nuova macchina che possa garantire la massima aerazione all’acqua che attraversa la polvere di caffè. Inventa così la capsula chiusa, che contiene al suo interno l’aria pronta per incontrare il getto di acqua bollente.

È soltanto dieci anni dopo questa geniale invenzione che però Nestlè si rende conto quanto possa essere rivoluzionaria per il mercato e, nel 1986, permette ad Éric Favre di fondare la Nespresso, come sua azienda filiale.

Chissà come sarebbe stata la nostra pausa caffè se questo ingegnere svizzero non avesse viaggiato in lungo e in largo nella nostra penisola.

 

Per acquistare il caffè in capsula più buono che c’è visita il nostro shop online!

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Iscriviti alla nostra newsletter

Potrebbe interessarti anche:

Cookie Policy -  Privacy Policy