My Shopping

Decaffeinato o caffè ristretto? Per chi soffre di patologie cardiache, disturbi del sonno o agitazione, la risposta sembrerebbe ovvia. In realtà, andando a scoprire nel dettaglio le caratteristiche di entrambe le miscele e la percentuale di caffeina, gli scenari potrebbero ribaltarsi completamente. Andiamo a scoprire se il ristretto è migliore del decaffeinato e cosa li differenzia. 

Ristretto o decaffeinato?

La caffeina è presente in percentuali diverse in base al tipo di bevanda. Solitamente le miscele più "forti" sono l'arabica e la robusta, con quest'ultima in cima alla lista per via del suo sapore più amaro ed intenso. Ma per chi è costretto a ridurre il numero di tazzine giornaliere è consigliato il caffè ristretto o il decaffeinato? Il primo ha un sapore indubbiamente più intenso, che fa percepire anche l'assunzione di una percentuale maggiore di caffeina. Con il secondo, invece, si ha la sensazione di bere un caffè molto più leggero e salutare per il nostro organismo. Ma in realtà è così?

La quantità di acqua è inversamente proporzionale a quella del caffè, quindi nel ristretto è presente molta meno caffeina rispetto ad un caffè lungo stile "americano". Nel decaffeinato, invece, per eliminare la caffeina vengono utilizzati degli additivi chimici non salutari, specialmente per chi supera le 2/3 tazzine giornaliere. Quindi, chi si è convertito al decaffeinato pensando di farsi del bene. in realtà potrebbe anche peggiorare le cose. Il caffè ristretto rappresenta la soluzione ideale per chi vuole godersi a pieno il gusto dell'espresso tradizionale, ma con un occhio anche alla salute. 

Come prepararlo? Per chi utilizza la macchinetta casalinga bisogna farlo scendere goccia dopo goccia fino alla sua naturale conclusione. Per chi utilizza, invece, la macchina professionale "da bar" bisogna inserire nel braccio circa 7 grammi di caffè, comprimerlo con molta forza ed aspettare che scenda molto lentamente. Passando alla moka, invece, la procedura tradizionale dice di riempire il contenitore dell'acqua fino a metà, il filtro del caffè fino alla sua massima capacità, stringere bene il tutto e mettere la caffettiera a fuoco basso.